LE PAROLE DI MISTER DESTRO ALLA RIPRESA DEL LAVORO DOPO LE VACANZE

LE PAROLE DI MISTER DESTRO ALLA RIPRESA DEL LAVORO DOPO LE VACANZE

Il meritato riposo è trascorso con un bel sorriso per la Fermana, complice un girone d’andata di grande pregio e la prima gara del girone di ritorno (ultimo impegno del 2018) che ha segnato il ritorno alla vittoria. Mister Flavio Destro ha ritrovato un gruppo desideroso di rimettersi al lavoro per affrontare al meglio la seconda parte della stagione, com’è lui stesso a spiegare, alla ripresa degli allenamenti avvenuta al Pelloni di Porto San Giorgio: “Ho ritrovato un gruppo compatto e la squadra ben disposta al lavoro. Riguardo a chi era un po’ acciaccato, D’Angelo ha ancora qualche problema in termini di fastidio mentre Urbinati non si allena ancora col gruppo, ma ha fatto passi in avanti. Ecco, diciamo che chi sta meglio dei due è Urbinati, ma la squadra in generale è tornata con la voglia giusta e necessaria per affrontare il girone di ritorno, è tornato tutto alla normalità”. Alla rosa si è aggregato anche Sperotto, il cui ritorno può a sua volta garantire una certezza a mister Flavio Destro che lo ha già allenato nella passata stagione.

Sul fronte calciomercato d’altronde il tecnico gialloblu non ha mai avanzato pretese e in questa finestra invernale non farà eccezioni: “Io per quanto riguarda il calciomercato ho sempre lasciato ampia manovra e scelta ai nostri direttori Fabio Massimo Conti e Massimo Andreatini che sono bravi e sanno cosa può servirci. Non sono mai entrato nelle dinamiche. Posso dire che abbiamo un buon gruppo, che ha dimostrato e confermato di essere tale in un girone di andata in cui ha fatto benissimo. Saranno bravi loro a vedere se serve qualcosa per migliorarlo. Io sono molto contento di questo gruppo e l’unica cosa che penso è che penso vada cambiato qualcosa solo per cercare di migliorarlo ulteriormente, altrimenti non credo che serva”. Dal punto di vista del modulo mister Destro non ha intenzioni di fare grandi cambiamenti: “Credo che la squadra abbia dimostrato di sapersi adattare a soluzioni diverse per cui faremo come abbiamo fatto finora. Naturalmente tutto andrà valutato di partita in partita perché in base agli avversari sapremo e dovremo adattarci ed, eventualmente, optare per sistemi di gioco diversi”. Proprio nell’ottica delle gare, la prima in ordine di tempo sull’agenda della Fermana sarà quella con la Feralpisalò sabato 19 gennaio alle 16,30 al Bruno Recchioni: “E’ troppo presto per parlare di quella gara, abbiamo ancora dieci giorni di tempo, ci sarà modo e tempo per vedere tutto. Al momento dobbiamo solo pensare a rimetterci in linea e lavorare. A Verona abbiamo fatto molto bene, abbiamo chiuso tutti gli spazi di una squadra che, non ci dimentichiamo, aveva fatto 3 gol al Gubbio solo pochi giorni prima, quindi era in grande salute. E’ stata una grande partita. Non abbiamo pensato amichevoli perché dobbiamo utilizzare questo periodo per allenarci e lavorare dopo nove giorni in cui siamo stati fermi”. Dunque, anno nuovo, ma il diktat resta sempre il medesimo: lavorare, senza troppe distrazioni e troppi pensieri in testa: “La Fermana è squadra che deve vivere alla giornata e dobbiamo fare quanti più punti possibili. Sappiamo che dobbiamo raggiungere la salvezza che sarà a quota 41-42-43 punti, ancora non è semplice decifrare quanti punti ci vorranno quindi andiamo avanti. Dobbiamo avere solo una certezza: mettere le nostre caratteristiche in campo e le nostre qualità”.