RIPRESA ALLENAMENTI CON MISTER DESTRO

RIPRESA ALLENAMENTI CON MISTER DESTRO

FERMO – Alla ripresa delle sedute settimanali dopo lo stop di Trieste è Mister Destro ad analizzare la situazione in casa Fermana.

“Prima di tutto – ha esordito in sala stampa il tecnico – ci tenevo a ringraziare nuovamente i nostri tifosi per la trasferta di lunedì. Sono stati encomiabili e c’è il grande rammarico da parte nostra di non essere stati bravi a dare loro una soddisfazione. Hanno fatto un viaggio lunghissimo per sostenerci, posso immaginare l’umore al ritorno. A loro va un plauso sincero, conosciamo l’amore che hanno per questa squadra”.

La Fermana è scesa in campo con una formazione che non ci si aspettava.

“Quando si ha a disposizione una squadra di 25/27 elementi e ci son partite ravvicinate credo sia giusto fare turn over, per dare spazio a chi è più fresco – ha proseguito Destro – ecco perché in questo periodo abbiamo avuto qualche cambiamento. Chiedendo poi molto in ogni incontro è normale che alcuni ragazzi possano accusare un po’ di stanchezza e che si facciano tutte e cinque le sostituzioni per mettere sempre dentro nuove energie. Ci tengo comunque a sottolineare che abbiamo un gruppo fantastico, solido, senza invidie”.

Come si è spiegato la sconfitta?

“Come ho detto subito in sala stampa – l’analisi di Mister Destro – credo che fino al loro secondo gol sia stata una gara buona. Avevo scelto il 3/4/3 per avere maggiore densità al centro. Solo dopo il loro raddoppio c’è stata la resa. La difesa a tre è una scelta che, malgrado il risultato, rifarei sicuramente. A seconda delle situazioni cercherò sempre di analizzare dove possiamo avere vantaggi applicando un sistema piuttosto che un altro. Abbiamo pagato alcuni errori: dobbiamo crescere e migliorare. Le occasioni create addirittura propendono a nostro favore (6 tiri in porta per i gialloblù, contro i 4 degli alabardati, ndr). In tutte e tre le reti subite siamo stati invece poco attenti e loro bravi a punirci. Non ho visto, malgrado il valore dei giocatori della Triestina, tutta questa grande differenza. Non è stato come a Ravenna: lì risultammo impauriti e timorosi, senza personalità. A Trieste non abbiamo concesso tanto”.

Come ha reagito la squadra? Domenica al Bruno Recchioni arriverà il Vicenza, un altro cliente non facile.

“La Fermana è una squadra che vince, perde e pareggia in tutti i suoi elementi – ha concluso Destro – Gli errori ci possono stare così come le prestazioni determinanti dei singoli. Si va subito oltre. Sapevamo che ci sarebbero stati momenti buoni e momenti difficili. Ho chiesto ai ragazzi equilibrio e questo si ha nella prestazione. Poi si può perdere una partita immeritatamente (ad es. mercoledì) o per degli errori (come lunedì), ma ci sono comunque tanti lati positivi e su quelli deve insistere. Non ci deve essere ansia. In questo i nostri tifosi sono stati encomiabili. Anche lunedì alla fine ci hanno incoraggiato e battuto le mani. Sappiamo che ci aspetta un percorso difficile. Il Vicenza è una squadra forte, reduce da una sconfitta dolorosa e piena di grandi giocatori. Questo non deve più essere una novità per noi. Sappiamo a quali squadre andiamo incontro e quali sono le nostre armi. La Fermana deve cercare i punti in qualsiasi campo e contro qualsiasi avversario. Il modo in cui abbiamo attaccato la Triestina ha fatto vedere una squadra coraggiosa, che ha cercato di fare la partita e secondo me a tratti l’ha fatta. Sappiamo che sarà dura, ma come sempre ce la metteremo tutta per fare risultato”.